Oops, an error
Loading. Please wait.

Delitto Di Paese ukulele

308 views 1 this week
no commentswrite comment
1 2 3 4 5
3 more votes to show rating
add to favorites
×
Save as Personal and add changes to this tab that will be seen only by you. Learn more ›
×
You can save this tab as Personal to edit and correct it or add notes. All changes will be seen only by you. Learn more »
launch autoscroll
font size
0
reset
transpose
0
reset
display chords
guitar tuner
edit
Autoscroll
slow
fast
+/-
esc
set tempo
stop
Difficulty
Strumming
There is no strumming pattern for this song yet. and get +5 IQ
Delitto di Paese - Fabrizio De Andre'

Am = x02210
E  = 022100
Dm = xx0321
Bm = 224432
C  = 032010
G  = 320003

Non so se è uguale a come la suonava De Andre' ma suonandola sembra comunque
essere abbastanza simile, se avete consigli rverdelli@hotmail.com

L'intro è questa:
                   Am  E   Am
E|-0-5--0-------0--0---0---0-----------|
B|--------3-1-3----1---0---1-----------|
G|-----------------2---1---2-----------|
D|-----------------2---2---2-----------|
A|-----------------0---2---0-----------|
E|---------------------0---------------|


Il giro di accordi è sempre lo stesso per tutta la canzone quindi lo indico
solo per la prima strofa, tutte le altre si suonano allo stesso modo.

           Am        E
Non tutti nella capitale
  Am          Bm       C
sbocciano i fiori del male,
              Am             G
qualche assassinio senza pretese
               Dm  C   Dm      (Potrebbe suonare bene anche con un C al posto del primo
abbiamo anche noi in paese.      Dm, togliendo il C successivo)

              Am             G
qualche assassinio senza pretese
               Dm  C   Dm
abbiamo anche noi in paese.


Aveva il capo tutto bianco
ma il cuore non ancor stanco
gli ritornò a battere in fretta
per una giovinetta.

Gli ritornò a battere in fretta
per una giovinetta.

Ma la sua voglia troppo viva
subito gli esauriva,
in quattro baci e una carezza
l'ultima giovinezza.

In quattro baci e una carezza
l'ultima giovinezza.

Quando la mano lei gli tese
triste lui le rispose,
d'essere povero in bolletta
lei si rivestì in fretta.

D'essere povero in bolletta
lei si rivestì in fretta.

E andò a cercare il suo compagno
partecipe del guadagno
e ritornò col protettore
dal vecchio truffatore.

E ritornò col protettore
dal vecchio truffatore.

Mentre lui fermo lo teneva
sei volte lo accoltellava
dicon che quando lui spirò
la lingua lei gli mostrò.

Dicon che quando lui spirò
la lingua lei gli mostrò.


Misero tutto sotto sopra
senza trovare un soldo
ma solo un mucchio di cambiali
e di atti giudiziari.

Ma solo un mucchio di cambiali
e di atti giudiziari.

Allora presi dallo sconforto
e dal rimpianto del morto,
si inginocchiaron sul poveruomo
chiedendogli perdono.

Si inginocchiaron sul poveruomo
chiedendogli perdono.

Quando i gendarmi sono entrati
piangenti li han trovati
fu qualche lacrima sul viso
a dargli il paradiso.

Fu qualche lacrima sul viso
a dargli il paradiso.

E quando furono impiccati
volarono fra i beati
qualche beghino di questo fatto
fu poco soddisfatto.

Qualche beghino di questo fatto
fu poco soddisfatto.

Non tutti nella capitale
sbocciano i fiori del male,
qualche assassinio senza pretese
lo abbiamo anche noi in paese.

Qualche assassinio senza pretese
lo abbiamo anche noi qui in paese.

            
            
Suggest correction
Creating personal tab
Creating personal tab
You can edit any tab online and save it as your Personal.

You can edit, replace or remove any tab part or add personal notes – all changes will be seen only by you.

Personal tabs can be accessed anytime from any device, even offline.
Learn more »
Give kudos to tab author, rate the tab!
1 2 3 4 5
comments
print report bad tab
guest
Wanna post a correction for this tab? Suggest correction