Oops, an error
Loading. Please wait.

Il Liberismo Ha I Giorni Contati chords

3,793 views 3 this week
no commentswrite comment
1 2 3 4 5
x 4
add to favorites
×
Save as Personal and add changes to this tab that will be seen only by you. Learn more ›
×
You can save this tab as Personal to edit and correct it or add notes. All changes will be seen only by you. Learn more »
launch autoscroll
font size
0
reset
transpose
0
reset
display chords
guitar tuner
edit
Autoscroll
slow
fast
+/-
esc
set tempo
stop
Author
Difficulty
Strumming
There is no strumming pattern for this song yet. and get +5 IQ
Il LIberismo ha i giorni contati -  Baustelle

Verse 1

C                            Bm
E’ difficile resistere al Mercato, amore mio,
                    C 
di conseguenza andiamo in cerca di
               G
rivoluzioni e vena artistica. 
                   D
Per questo le avanguardie erano ok 
            C     G
almeno fino al ’66.
    C   G               C  G                       
Ma ormai la fine va da sé,
             D 
è inevitabile.




Verse 2

C                              Bm
Anna pensa di soccombere al Mercato, 
                           C
non lo sa perché si è laureata,
                       G
anni fa credeva nella lotta, 
                             D
adesso sta paralizzata in strada,

finge di essere morta 
     C            G
e scrive con lo spray
     C  G                C  G
sui muri che la catastrofe 
            D
è inevitabile.


Chorus 1

          G
Vede la Fine

in metropolitana,

nella puttana
 
che le si siede a fianco,
            D
nel tizio stanco,
                    G
nella sua borsa di Dior. 

Legge la Fine

nei saccchi dei cinesi,

nei giorni spesi 

al centro commerciale,
            D
nel sesso orale,
                         G
nel suo non eccitarla più. 

Bridge 1

C
Vede la Fine in me che vendo
G 
dischi in questo modo orrendo, 
 C                     G                       D          
vede i titoli di coda nella Casa e nella Libertà. 

  



Verse 3


C                            Bm
E' difficile resistere al Mercato, Anna lo sa, 
                   C
un tempo aveva un sogno stupido: 
                  G
un nucleo armato terroristico.
                    D
Adesso è un corpo fragile che sa 
                   G           C
d’essere morto e sogna l’Africa. 
     G   C             G  C       G       D
Strafatta compone poesie sulla Catastrofe.


Chorus 2


G
Vede la Fine

in metropolitana,

nella puttana 
                    
che le si siede a fianco
            D
nel tizio stanco
                    G
nella sua borsa di Dior. 

Muore il Mercato

per autoconsunzione,

non è peccato

e non è Marx & Engels,
           D
è l’estinzione,
                       G
è un ragazzino in agonia.

Bridge 2

C
Vede la Fine in me che spendo 
 G
soldi e tempo in un Nintendo,
 C 
dentro il bar della stazione
G                         D 
e da anni non la chiamo più


            
            
Suggest correction
Creating personal tab
Creating personal tab
You can edit any tab online and save it as your Personal.

You can edit, replace or remove any tab part or add personal notes – all changes will be seen only by you.

Personal tabs can be accessed anytime from any device, even offline.
Learn more »
comments
print report bad tab
guest
You may want to rate the tab now too:
select rating
Wanna post a correction for this tab? Suggest correction